Regolamento

Il regolamento ufficiale del 2022 ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™

Unisciti e segui!

Unisciti a noi e seguici sui social media e diventa un membro attivo dell’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™.

Lo scopo di queste regole è fornire un sistema trasparente e unificato su regolamento degli standard tecnici dei veicoli partecipanti, punteggio, penalità e altre regole dell’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™.

1. Presentazione del Campionato

1.1 L’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™, viene presentato annualmente come il campionato internazionale per veicoli RC scaler in scala 1/10 dall’Organizzatore del concorso.

1.2 L’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™ si svolge in secondo queste regole. Cambiamenti periodici delle regole – in speciali e giustificati casi – possono essere effettuati solo dall’Organizzatore.

1.3 Tutti i conduttori in possesso di un’iscrizione valida possono partecipare alla classifica Generale della serie di competizioni, indipendentemente dall’appartenenza organizzativa e / o nazionalità.

2. Formato della competizione

2.1 L’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™ si svolge ogni anno con un evento di competizione per paese all’anno. L’Organizzatore può impostare 1 Rain Day nel calendario delle competizioni. L’applicazione del Rain Day è governata dall’Organizzatore.

2.2 La data e il luogo delle gare devono essere resi pubblici dall’Organizzatore entro e non oltre 30 giorni prima dell’inizio della manifestazione. In particolari casi giustificati, l’Organizzatore ha il diritto di modificare la data e il luogo di gara, di cui è tenuto ad informare gli interessati entro 2 giorni lavorativi dopo l verificarsi del motivo speciale.

3. Valutazione

3.1 I concorrenti riceveranno la quantità di punti specificata in queste regole di competizione corrispondente alla loro performance negli eventi.

3.2 Il concorrente che ottiene il punteggio totale inferiore è il National Rock Master dell’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™ nell’anno e nel paese effettivi.

3.3 In caso di parità, dopo aver sommato i risultati dei tempi annuali, verrà classificato nella posizione migliore il concorrente più veloce con il minor tempo totale.

4. Organizzazione della competizione

4.1 L’organizzazione dell’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™ è disponibile solo per il Licenziante o per i Licenziatari autorizzati dal Licenziantein base a un contratto di licenza valido.

5. Iscrizioni al Campionato

5.1 L’iscrizione è valida per l’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™ se il concorrente:

– si è presentato con successo e in tempo,
ha pagato la quota di iscrizione almeno alle ore 0:00 del 3 ° giorno lavorativo prima della data di la gara.

5.2 Le iscrizioni possono essere presentate solo online sul sito https://isrcc.eu fino al 0:00 del 3 ° giorno lavorativo prima della data della gara, non consentite iscrizioni in loco e non è possibile il pagamento della quota di iscrizione in loco.

5.3 L’Organizzatore della competizione informa chiaramente i concorrenti in merito al importo attuale della quota di iscrizione su https://isrcc.eu.

5.4 In caso di preiscrizione incompleta o errata, l’iscrizione non è valida, il concorrente deve ripeterlo completamente e senza errori.

5.5 Dopo aver avuto una iscrizione valida, effettuato il pagamento della quota di iscrizione e superate le verifiche tecniche del veicolo, verrà consegnato un braccialetto che rappresenta la licenza del concorrente.Indossare il braccialetto dall’inizio della gara fino alla fine della cerimonia di premiazione è una delle condizioni richieste per partecipare alla gara. Danneggiato – tagliato, più grande del palmo, ecc. – i braccialetti non sono validi. L’Organizzatore della gara non è obbligato a sostituire gratuitamente i braccialetti danneggiati o persi. I concorrenti con un’iscrizione valida hanno la possibilità di sostituire il braccialetto danneggiato e strappato sul luogo della competizione, dopo l’ordine e il pagamento con carta di credito online presso l’Organizzatore. L’organizzatore informa i concorrenti sulla tariffa di sostituzione dei braccialetti sul sito web https://isrcc.eu. Il concorrente che non sostituisce il braccialetto danneggiato entro l’inizio gara, verrà automaticamente squalificato.

5.6 L’Organizzatore fornisce informazioni sullo stato delle iscrizioni sul sito web https://isrcc.eu.

5.7 I numeri di gara dei concorrenti verranno automaticamente distribuiti dall’Organizzatore in base all’ordine in cui vengono presentate le iscrizioni. Nel primo turno della serie di gare, l’Organizzatore fornirà a ciascun concorrente 2 numeri di gara autoadesivi, che devono essere posti ben visibili su entrambi i lati della carrozzeria e devono essere presenti continuamente dalle Verifiche Tecniche alla Cerimonia di premiazione. In caso contrario, il concorrente verrà automaticamente squalificato.

5.8 Il concorrente deve avere sulla carrozzeria i numeri di gara ogni gara, non è possibile iniziare la gara con un numero di partenza strappato o danneggiato. È del concorrente la responsabilità di mantenere e, se necessario, sostituire il numero di gara ricevuto. Possono essere utilizzati solo numeri di gara autoadesivi ufficiali forniti dall’Organizzatore nella competizione. I concorrenti con un’iscrizione valida hanno la possibilità di far
sostituire il numero di gara danneggiato o smarrito sul luogo della competizione. Il concorrente che non sostituisce il numero di gara danneggiato o smarrito entro l’inizio gara, sarà automaticamente squalificato.

6. Punteggio e penalità

6.1 Punti

Retromarcia: 1 punto
Rollover: 5 punti
Tocco Porta: 10 punti ciascuno (per lato)
Tocco limite di percorso: 10 punti ciascuno
Tocco veicolo (Riparazione & Riposizionamento): 10 punti
Direzione del percorso: 10 punti
Avanzamento porte: -2 punti

6.2 Retromarcia (1 punto)

Il punto viene assegnato quando un veicolo inverte la marcia dopo aver compiuto progressi in avanti. La retromarcia è definita come uno qualsiasi dei pneumatici che si muove in direzione inversa, sia impegnata che a ruota libera e / o intenzionale o meno. Una volta che viene assegnata una penalità retromarcia, nessuna ulteriore penalità retromarcia può essere assegnata fino a quando il veicolo procede in avanti. Nessuna penalità è data se il movimento all’indietro si verifica mentre il veicolo è in posizione di ribaltamento. Se un driver inizia la gara al contrario, verrà assegnata immediatamente una penalità retromarcia.

6.3 Rollover (5 punti)

I punti vengono assegnati quando i veicoli si ribaltano e non possono essere raddrizzati senza tocco. Una volta che il veicolo si è fermato, può essere raddrizzato e dati i 5 punti di penalità.
I veicoli che atterrano dritti sulle ruote non sono penalizzati. Non vengono assegnate penalità retromarcia fino a quando il veicolo non viene raddrizzato e torna su tutti e 4 i pneumatici. I conducenti devono eseguire un ripristino legale di roll over (raddrizzamento facendo perno leva su 2 ruote seguendo l’asse longitudinale), altrimenti sarà data una penalità di riposizionamento.

6.4 Tocco di riposizionamento del veicolo (10 punti)

Tutti i tocchi del veicolo esclusi i “Rollover” ricevono automaticamente 10 punti. Il giudice fermerà il tempo quando il conducente richiede un tocco del veicolo o il giudice chiama una penalità di tocco. Il veicolo viene quindi spostato dal conducente alla precedente porta con l’asse posteriore allineato alla porta. Se il veicolo non può essere allineato alla porta a causa di una particolare condizione del percorso, il giudice riposizionerà il veicolo alla successiva posizione stabile dopo la porta. Questa posizione verrà utilizzata per tutti i conducenti. Nota: tutte le porte per l’avanzamento sono ancora “attive” a meno che una porta sia già considerata “spenta”.

6.4.1 Tocchi del veicolo: includono ma non sono limitati a: riparazioni, riposizionamenti e tocco intenzionale del veicolo da parte del conducente. La penalità di tocco si verificherà se il conducente interagisce con l’intento di creare vantaggio o controllare un veicolo in caduta.

Considerazioni speciali: la sicurezza del conducente è la cosa più importante e le penalità di tocco non dovrebbe essere data per interazione accidentale. Quando il veicolo e il conducente hanno
un contatto accidentale, il giudice o l’aiuto giudice deve fermare il tempo e determinare se il riposizionamento standard deve avvenire per prevenire il vantaggio, o se il conducente può continuare senza ulteriori indicazioni.

Esempio 1: il veicolo cade e colpisce il conducente, fermandosi sul piede del conducente.
I giudici fermano il tempo e chiedono un riposizionamento senza penalità. Se il driver ignora
di riposizionare il veicolo, diventa ovviamente una violazione delle regole e il conducente viene squalificato.

Esempio 2: il conducente inciampa e calpesta il veicolo. I giudici fermano il tempo per assicurarsi il conducente ha una base stabile e per valutare la posizione del veicolo. Nessun vantaggio è visto, quindi il tempo riparte e il conducente riprende senza riposizionarsi.

Esempio 3: il veicolo cade e colpisce il conducente, fermandosi ulteriormente in discesa.
I giudici fermano il tempo e valutano che non sia stato tratto alcun vantaggio dalla caduta, quindi tempo riparte e il driver riprende a guidare.

6.4.2 Riparazioni sul percorso: devono essere completate sul percorso e nel posto di cui il driver ha deciso di effettuare la riparazione. Le riparazioni devono essere effettuate entro il tempo limite di gara, mentre il tempo di gara continuerà a scorrere. Una volta completate le riparazioni, il timer viene fermato e il veicolo viene riposizionato alla porta precedente. Se le riparazioni non possono essere effettuate entro il tempo di gara, al conducente viene assegnato un DNF meno i punti di avanzamento per quella manche. Non ci sono restrizioni su chi o come vengono effettuate le riparazioni.

6.4.3 Riparazioni fuori percorso (opzionale): un conducente può chiedere di fermare il tempo per effettuare una riparazione in eventi dove ritenuto accettabile. Le riparazioni devono essere completate entro 30 minuti, oppure al conducente viene assegnato un DNF meno i punti di avanzamento. Se la riparazione viene effettuata nel tempo assegnato il conducente deve tornare all’ultima porta superata. Una penalità di 1 minuto verrà sommata al tempo che il driver avrà effettuato in quella manche, il timer continuerà una volta che il veicolo riprende la manche.

6.4.4 Veicolo fuori specifica: se il giudice ha motivo di credere che un veicolo sia fuori
di specifica durante una manche, può decidere di fermare il tempo e il driver. A quel punto il driver deve arrestare immediatamente il veicolo. Il giudice deve contrassegnare la posizione del veicolo ed eseguire un’ispezione tecnica nell’area delle verifiche tecniche specificata (allo stesso modo di tutte le altre verifiche tecniche). Se il veicolo è stato ritenuto conforme alle specifiche, il conducente e il veicolo tornerà nella posizione indicata dal giudice e il cronometro verrà riavviato. Se il veicolo viene rilevato fuori specifica e il giudice ha stabilito che il veicolo ha acquisito un vantaggio, il conducente deve effettuare una riparazione per correggere il problema. Se il problema non può essere risolto per riportare il veicolo conforme alle specifiche, il conducente riceverà un DNF per quella manche. Se un veicolo diventa fuori specifiche a causa di rotture avvenute sul percorso e il giudice determina che il conducente non ha ottenuto un vantaggio, al conducente può essere consentito di continuare senza fermare il tempo e senza richiedere una verifica tecnica. Le carrozzerie non sono incluse in questa eccezione, e devono essere sostituite immediatamente, secondo le procedure di riparazione standard e si applicano le relative sanzioni.

6.5 Tocco Porta (10 pt ciascuno)

Ogni porta sarà composta da 2 segnalatori. I punti vengono assegnati quando il veicolo non transita con tutte e 4 ruote tra i segnalatori porta o qualsiasi parte del veicolo tocca un segnalatore porta. Un segnalatore porta rimarrà “attivo” per tutta la durata della manche. Indicatori di porta che vengano spostati da qualcosa di diverso da un veicolo verranno sostituiti/riposizionati immediatamente prima che al conducente sia consentito di continuare. Una volta che un qualsiasi indicatore di porta è stato toccato dal veicolo, non verranno date più penalità per quel segnalatore porta. Solo quando viene inflitta una penalità di tocco porta, quel segnalatore porta può essere considerato “spento”. A questo punto non verranno inflitte ulteriori sanzioni per quel segnalatore porta.

6.6 Tocco limite di percorso (10 punti ciascuno)

I punti vengono assegnati quando qualsiasi parte del veicolo tocca un indicatore di limite percorso. Una volta che il limite percorso viene toccato, il giudice fermerà il tempo e il veicolo verrà spostato indietro dal conducente alla porta precedente superata, con l’asse posteriore allineato alla porta. Se il veicolo non può essere allineato alla porta a causa di particolari conformazioni del percorso, il giudice riposizionerà il veicolo nella successiva posizione stabile dopo la porta. Questa posizione verrà utilizzata per tutti i piloti. Un indicatore di limite percorso rimarrà attivo (e verrà ripristinato immediatamente se spostato) per l’intera durata della manche e se spostato fuori posizione, sostituito immediatamente prima che il pilota possa continuare. I limiti di percorso non sono obbligatori nella progettazione di un percorso.

6.7 Punti di penalità massimi

6.7.1 Il punteggio massimo per percorso è 40. In quel momento, al pilota viene assegnato un DNF e la manche è completa e il veicolo deve essere rimosso dal percorso.

6.7.2 Il punteggio massimo per una porta è 20. Una volta che un pilota ha raggiunto il massimo di 20 punti di penalità per quella porta, il veicolo sarà posizionato con l’asse posteriore allineato all’uscita di quella porta. Se il veicolo non può essere allineato alla porta a causa di particolari conformazioni del percorso, il giudice riposizionerà il veicolo nella successiva posizione stabile dopo la porta. Non vengono dati punti di avanzamento per le porte superate con 20 punti penalità.

6.8 DNF (Did Not Finish) (40 punti)

I punti vengono assegnati ogni volta che un pilota non può completare una manche per qualsiasi motivo. (Tempo scaduto, Veicolo non riparabile, ecc.) I punti di avanzamento sono assegnati per ogni porta superata.

6.9 DNS (non è partito) (50 punti)

I punti vengono assegnati ogni volta che un pilota non può iniziare una manche per qualsiasi motivo.

6.10 Avanzamento porta (-2 punti)

Verrà assegnato ai conducenti per ogni porta superata durante una manche. Tutte le penalità delle porte vengono assegnate prima di un avanzamento. L’avanzamento viene assegnato quando durante lo stesso tentativo e nella direzione di marcia prevista almeno un pneumatico anteriore e uno posteriore passano completamente attraverso la porta. Per ricevere il bonus di avanzamento senza penalità, tutti e quattro i pneumatici devono passare completamente attraverso la porta e nella direzione di marcia prevista. I punti di avanzamento vengono detratti dal totale dei punti penalità di manche. Una volta che un pilota ha raggiunto il limite punti penalità, non verranno assegnati ulteriori punti di avanzamento.

6.11. Tempo limite

Ogni pilota ha dieci (10) minuti per completare ogni manche se non diversamente specificato nel Driver’s Meeting. Il tempo inizierà una volta che qualsiasi parte del veicolo entra nel percorso. Il tempo si fermerà quando due pneumatici qualsiasi attraverseranno la linea immaginaria della porta di arrivo. I veicoli non possono scavalcare la porta di arrivo per fermare tempo. Se il veicolo colpisce uno dei due segnalatori della porta di arrivo mentre tenta di uscire, il tempo non verrà fermato e continuerà fino a quando due pneumatici del veicolo non oltrepasseranno la linea immaginaria tra i segnalatori della porta di arrivo. Trascorso il tempo limite, il veicolo deve essere rimosso dal percorso. Se il tempo concesso su un percorso si esaurisce, il pilota è “fuori tempo” e riceve 40 punti sulla scheda di valutazione (meno i punti avanzamento) e si sposta alla manche successiva.

6.12 Pausa tempo

Un pilota può richiedere uno stop del tempo per fermarsi in modo che possa riposizionarsi in sicurezza sul percorso. Questo tempo deve essere utilizzato solo ai fini della sicurezza del pilota e non può essere utilizzato per ispezionare il percorso o per qualsiasi altro vantaggio, il giudice ha il diritto di riavviare il cronometro in qualsiasi momento. In genere, riavvierà il cronometro quando il concorrente riprende a guidare o tocca la sua auto (es. per un rollover). Un giudice può anche chiamare uno stop al tempo per riposizionarsi per avere una visione più precisa su una eventuale penalità, i conducenti possono anche richiedere uno stop di tempo per questa stessa ragione. Esempio: “Stop al tempo. Ehi giudice, mi avvicino a questa porta da questa direzione perchè voglio assicurarmi di avere una buona visuale della mia macchina, posso riposizionarmi? “

6.13 Direzione del percorso (10 punti)

Le porte devono essere attraversate nella direzione e sequenza previste. Se il veicolo attraversa una porta “attiva” nella direzione sbagliata, o con numerazione sequenziale sbagliata, verrà assegnata una penalità di 10 punti e il giudice fermerà il tempo. (L’avanzamento verrà assegnato solo se un pneumatico anteriore e uno posteriore hanno attraversato la porta). Il veicolo viene quindi riportato dal pilota alla porta precedentemente superata con l’asse posteriore allineato alla porta. Se il veicolo non può essere allineato alla porta a causa di particolari conformazioni del percorso, il giudice riposizionerà il veicolo nella successiva posizione stabile dopo la porta. Questa posizione verrà utilizzata per tutti i piloti. Una volta che l’avanzamento è stato assegnato per una specifica porta, la stessa porta può essere attraversata in qualsiasi sequenza o direzione.

7. Requisiti del veicolo

7.1 Specifiche generali

7.1.1 Il passo del veicolo è limitato ad un massimo di 325mm.

7.1.2 La carreggiata del veicolo è limitata a 300mm.

7.1.3 I veicoli dovrebbero rappresentare un veicolo che è stato modificato per diventare da competizione e non è necessariamente legale/omologato per la strada.

7.1.4 I veicoli devono essere dotati di una carrozzeria minima dalla Griglia radiatore al montante B. I passaruota possono essere rifilati. Carrozzerie composte da sola cabina devono essere abbinate a un rollcage posteriore o pianale (il telaio nudo e le torri ammortizzatori a vista non sono accettabili). La rimozione del tetto è consentita purché sia montato il roll-bar e interni 2D. La carrozzeria (compreso il pianale o rollcage) deve essere più lunga di 76,42 mm rispetto al passo e deve essere di ogni tipo di plastica, metallo, fibra di carbonio o materiali in fibra di vetro. Non sono ammessi altri materiali per la carrozzeria.

7.1.5 Carrozzeria/rollcage devono avere almeno 114 mm di altezza minima.

7.1.6 La larghezza minima della carrozzeria è 127 mm per l’intera lunghezza della cabina passeggeri. La cabina passeggeri è definita come dal punto più avanzato della parte anteriore parabrezza e il punto più arretrato del lunotto.

7.1.7 La carrozzeria deve assomigliare a una carrozzeria reale di un veicolo esistente e deve esserlo per tutta la lunghezza della macchina.

7.1.8 Il sezionamento o il restringimento della carrozzeria è consentito dal montante A verso l’anteriore e dal montante B al posteriore. Ma la carrozzeria deve sempre seguire i riferimenti 7.1.2, 7.1.4 e 7.1.6 e 7.1.8.

7.1.9 La parete laterale interna / spalla dei pneumatici anteriori, misurata al centro dell’asse non necessita di essere coperta dalla carrozzeria se vista dall’alto a riposo. Ma la carrozzeria sempre seguire i riferimenti 7.1.4, 7.1.6 e 7.1.7.

7.1.10 È obbligatorio un paraurti anteriore che deve essere largo almeno 70 mm e centrato sui longheroni anteriori del telaio. I paraurti montati sul telaio devono essere sporgenti in avanti di almeno 3 mm oltre la carrozzeria. I paraurti anteriori integrati nella carrozzeria sono idonei ma non devono svilupparsi verso l’interno della carrozzeria.

7.1.11 Carrozzerie trasparenti o bucate come “formaggio svizzero” non sono ammesse. Considera il realismo.

7.1.12 Non è consentito montare componenti elettrici diversi dal servo dello sterzo fissati agli assali o ai link delle sospensioni.

7.1.13 Tutti i componenti elettrici, ESC, motore e la trasmissione devono essere coperti dalla carrozzeria/pianale se visti dall’alto.

7.2 Pneumatici e ruote

7.2.1 Sono ammessi cerchioni da 2,2 pollici o più piccoli. I pneumatici devono avere un diametro esterno massimo di 122 mm e una massima larghezza di 55 mm dalla parete laterale alla parete laterale. La dimensione dei pneumatici sarà determinata dalle specifiche del produttore. (Pneumatici senza specifiche disponibili saranno misurati sul veicolo con ruote appoggiate su una superficie piana).

7.2.2 Restringimento, intaglio, scanalatura, rasatura e rimozione dei tasselli di qualsiasi tipo
di pneumatici di produzione da 1,9 pollici è consentito purché soddisfino la regola 7.2. Sono consentiti solo pneumatici di produzione 1.9 “e 2.2” che soddisfano le regole 7.2. Le modifiche consentite all’interno dei pneumatici sono la rifilatura e la levigatura dei pneumatici. Aggiunta di materiale in un pneumatico non è consentito.

7.2.3 I fuselli / i pesi sui fuselli devono rientrare nella circonferenza del cerchio. (I pesi sospesi simili nel design ai “magneti a roccia” non sono consentiti)

7.2.4 Le ruote / cerchioni in fibra di carbonio devono essere di tipo beadlock come design (non è ammesso utilizzare pneumatici incollati sui cerchi). Il materiale di questi deve essere di plastica o metallo. Sono necessari anelli interni in plastica o metallo e le spugne non devono essere visibili da qualsiasi angolazione.

7.2.5 Le ruote / cerchioni devono avere una larghezza minima di 20 mm / 0,8 “.

7.3 Trasmissione

7.3.1 E’ammesso il solo asse anteriore sterzante.

7.3.2 I veicoli devono essere azionati esclusivamente da alberi di trasmissione e da un unico motore. Non ammessi i “Motor On Axle” (MOA) di qualsiasi tipo. Gli assi devono essere azionati da una trasmissione o ripartitore e un minimo di due alberi di trasmissione. Non ammessi il controllo separato e differente di alberi di trasmissione o assi.

7.3.3 Non è consentito il DIG anteriore o posteriore o il disinnesto dell’asse.

7.4 Telaio

7.4.1 I longheroni del telaio possono essere qualsiasi configurazione di canale C, vasca, tubo, asta, plastica stampata, o piastra, ma devono essere in un unico pezzo. Le torrette ammortizzatori non devono essere più alte di 70 mm sopra il punto più basso del longherone.

7.4.2 I longheroni nella zona delle torrette ammortizzatori non devono essere oltre 30 mm più alti di il punto più basso della skid.

7.4.3 Il telaio deve essere lungo almeno quanto il passo del veicolo. Sono ammessi telai componibili in due pezzi, purché avvitati, imbullonati o saldati / brasati insieme per formare un unico longherone. Il longherone del telaio deve essere costruito utilizzando un massimo di due pezzi sovrapposti / uniti per tutta la lunghezza della skid. La misura più anteriore della skid non deve essere più avanti di 1/3 dell’interasse totale.

7.4.4 L’interasse del veicolo deve adattarsi alle dimensioni della carrozzeria utilizzata.
Se viene utilizzato un rollcage a pianale / truggy, il passo sarà approssimativamente
definito come tra il doppio della distanza tra l’asse anteriore e il montante A e il doppio della distanza tra l’asse anteriore e il montante B.

7.4.5 I supporti della batteria devono essere montati sul telaio.

7.4.6 La sezione del telaio che conta come lunghezza minima continua deve avere anche la skid attaccata direttamente ad essa.

8. Regole e svolgimento dell’evento

8.1 Tutti gli eventi devono avere un minimo di tre (3) Marshal. Questi Marshal dovranno essere presentati ai piloti dall’Organizzatore al Driver’s Meeting prima di qualsiasi manche della gara. I Marshal devono essere presenti per tutta la durata dell’evento. Qualsiasi modifica al regolamento debba essere decisa a causa di condizioni specifiche di un evento sarà votata dagli Event Marshals. Eventuali domande sulla discrepanza delle regole o sul punteggio deve essere gestito e votato solo dagli Event Marshals. Tutte i percorsi di gara devono essere ispezionati da tutti gli Event Marshal con il tracciatore dei percorsi prima dell’inizio dell’evento. I percorsi possono essere aperti dopo che gli Event Marshals hanno dato la loro approvazione.

8.2 I punteggi vengono assegnati in base al totale cumulativo di tutti i punteggi della gara. Il pilota che ha raggiunto il punteggio totale più basso vince.

8.3 Pareggi

8.3.1 Il pilota con il maggior numero di punti massimi negativi (prove pulite) vince. Se questi sono pari, il conteggio continua fino ai migliori punteggi negativi successivi. E così via. Se tutti i percorsi sono in parità, i conducenti possono procedere a uno spareggio per definire il vincitore della gara.

8.3.2 In caso di parità, vince il concorrente con il tempo più basso in assoluto, sommati i tempi di manche.

8.4 Non consentito provare i percorsi: i piloti che verranno segnalati per aver provato un percorso riceveranno un DNS (50pt) per quella manche.

8.5 Tempo limite per il percorso: i piloti devono essere pronti alla partenza per effettuare un percorso prima dell’orario di chiusura della gara. I piloti che non lo fanno riceveranno un punteggio DNS (+50). I piloti possono essere autorizzati a correre a causa di circostanze straordinarie a discrezione dei Marshal.

8.6 Verricello (diverso da quello fatto per comprimere le sospensioni) o rampe di qualsiasi tipo sono vietate. Utilizzando qualsiasi dispositivo (diverso dai pneumatici) come rampe o altri oggetti per fare progressi in qualsiasi direzione è proibito e si tradurrà in un DNF per quella manche.

8.7 Veicolo in più classi: un veicolo può circolare in più di una classe in un evento, purché soddisfi le specifiche della classe.

8.8 Cambio del veicolo: i veicoli non possono essere scambiati con un altro veicolo durante
la competizione.

8.9 Condivisione del veicolo: la condivisione del veicolo tra piloti non è consentita.

8.10 Modifica delle specifiche del veicolo (in gara): il veicolo deve percorrere interamente un percorso con lo stesso passo, carreggiata, altezza da terra e pneumatici così come lo ha iniziato. Qualsiasi modifica al veicolo (diversa dall’abbassamento della sospensione con il verricello o articolazione forzata) dal conducente, da un’altra persona o da qualsiasi dispositivo, mentre è in svolgimento la manche è vietato. Se viene apportata qualsiasi modifica al veicolo la manche sarà definita come DNF (40pt) meno i possibili progressi che sono stati raggiunto fino a quel punto.

8.11 Modifica delle specifiche del veicolo (fuori gara): i piloti possono apportare modifiche a interasse, carreggiata, altezza da terra e pneumatici tra le manche, purché il veicolo rimane entro le specifiche per la sua classe.

8.12 Modifica del percorso: Nessuna modifica al percorso è consentita da nessuno. Ciò include, ma non limitato a, rimozione di rocce, l’accatastamento di rocce, lo spurgo una pozza d’acqua, soffiando / asciugando lo sporco dalle rocce, rimuovendo la vegetazione, usando oggetti (incluso il corpo del pilota) o altri tipi di modifiche a un percorso che potrebbe dare un vantaggio a un pilota. Se qualsiasi tipo di modifica viene eseguita, il punteggio del conducente o del suo equipaggio sarà definito come DNS (50 punti).

8.13 Violazione delle regole dell’evento: qualsiasi violazione delle regole dell’evento è soggetta squalifica automatica da parte di giudici, organizzatori di eventi o WRCCA. In caso di violazione delle regole seria e / o ricorrente la WRCCA si riserva il diritto di vietare al trasgressore di partecipare agli eventi fino a un anno.

9. Progettazione del percorso

9.1 Costruzione delle Porte: Le porte consistono di almeno 2 Segnalatori Porta che sono
numerati e indicano la direzione di progressione.

9.2 Larghezza della porta (larghezza minima): 304,8 mm. Le misurazioni vanno dall’interno a all’interno di ogni indicatore di porta.

9.3 Quantità Porte: 10 porte per manche (esclusi le porte bonus)

9.4 Numero di percorsi: si consiglia un minimo di 2 percorsi per evento.

9.5 Distinzione porte: I percorsi in stretta vicinanza l’uno all’altro dovrebbero essere contraddistinti da porte o segni di diverso colore.

9.6 Porte attive: agli indicatori di porte attivi e progettati come parte del percorso che contano per le penalità devono anche essere assegnati progressi o punti bonus.

9.7 Linee di partenza: i percorsi possono avere una porta di partenza, una linea di gesso o qualsiasi altro tipo di area di partenza designata. Le linee di partenza vengono utilizzate solo per dare inizio al tempo di manche.

9.7.1 Il conteggio punti inizia quando viene dato lo start al tempo. Il conteggio punti si ferma quando il percorso è finito.

9.8 Completamento del percorso: il percorso termina quando due pneumatici qualsiasi attraversano la linea immaginaria tra i segnalatori della porta di arrivo. I veicoli non possono scavalcare nessun Segnalatore di porta traguardo per fermare il tempo. Se il veicolo colpisce un segnalator porta mentre tenta di uscire, il tempo continuerà e il tempo verrà contato fino a quando due pneumatici non attraverseranno la linea immaginaria tra i segnalatori della porta di arrivo. Una volta scaduto il tempo, il veicolo deve essere rimosso dal percorso.

9.9 Porte Bonus : Le porte Bonus sono delle porte extra posizionate ovunque sul percorso che danno punti bonus se superate.

9.9.1 Tutte le penalità si applicano al punteggio durante il tentativo di attraversare le porte bonus anche se il bonus non viene completato o interrotto.

9.9.2 Il percorso deve essere completato affinché il bonus venga assegnato.

9.9.3 Il bonus può consistere in più di una porta.

9.9.4 Le porte Bonus devono essere attraversate nella sequenza e nella direzione previste dal tracciatore del percorso.

9.10 Porte Alternative: le porte alternative sono porte secondarie posizionate ovunque sul percorso dal tracciatore del percorso per il credito bonus.

9.10.1 Tutte le penalità si applicano al punteggio durante il tentativo di attraversare le porte alternative anche se la porta alternativa non viene completata o interrotta.

9.10.2 Il percorso deve essere completato affinché il bonus possa essere assegnato.

9.10.3 Il bonus porta alternativa può essere costituito da più di una porta.

9.10.4 Le porte Alternative devono essere attraversate nella sequenza e nella direzione previste dal tracciatore del percorso.

10. Giudicare

10.1 Responsabilità dei giudici: i giudici sono responsabili della sorveglianza dei veicoli mentre sono in gara, chiamando le penalità, segnando le penalità e tenendo il tempo. Dopo che la manche è stata completata o è terminato il tempo limite, il giudice calcolerà il punteggio della manche e scriverà il totale sulla scheda punti del pilota.

10.1.1 I giudici devono dichiarare le penalità quando si verificano.

10.1.2 I giudici hanno la responsabilità di mantenere gli spettatori a distanza di sicurezza per evitare l’interferenza dello spettatore con il veicolo/pilota in gara.

10.2 Giudici per percorso: quando possibile, dovrebbero essere almeno 2 giudici per pilota. Un giudice per chiamare le penalità e un giudice / segnapunti a registrare le penalità, registrare le penalità massime, tenere il tempo, ecc.

10.3 Interferenza dello spettatore: se uno spettatore interferisce accidentalmente con il veicolo il pilota non deve essere penalizzato. Se un sostenitore del pilota ha interferito intenzionalmente con il veicolo e cambia in modo significativo il risultato a vantaggio del pilota, lo stesso pilota dovrebbe essere penalizzato adeguatamente a discrezione del giudice. L’interferenza intenzionale dello spettatore include ma non è limitata a se un sostenitore impedisce a un veicolo di cadere in acqua, da un dirupo o altri pericoli evidenti per evitare danni.

10.4 Osservatori (opzionale): i piloti sono responsabili dell’identificazione del pilota osservatore. Solo gli osservatori designati possono essere ammessi sul percorso con il pilota e i giudici. Tutte le penalità commesse dall’osservatore valgono per il punteggio totale del pilota. (es. tocchi, modifica del percorso e così via)

10.5 Fermarsi dopo la fine manche: una volta che un pilota ha terminato la sua manche, deve rimuovere il proprio veicolo dal percorso il più rapidamente possibile, per consentire al pilota successivo di entrare nel percorso. Se un driver non rispetta la regola e continua a guidare sul percorso, può essere sottoposto a un DQ di 50 punti per quella manche.

11. Glossario dei termini

Sospensione attiva: una sospensione che è interconnessa (come lo Scorpion 1: 1, esclusi gli ammortizzatori ad aria utilizzati per sollevare e abbassare il veicolo) che per progettazione
sposta parte della sospensione in una direzione quando viene spostata da un’altra. Questo, non essendo governato da un comando del pilota è considerato illegale.

Carrozzeria: formato come un unico pezzo di materiale rigido senza soluzione di continuità, che integra il tetto, porte (lati) e sezioni del cofano.

Percorso: un percorso è il terreno che va dalla porta di partenza alla porta di arrivo. Ogni percorso ha una direzione prevista di marcia, attraversando le porte.

Evento / competizione: l’incontro di piloti in un determinato luogo e momento per competere su uno o più percorsi.

Articolazione forzata: è l’uso di qualcosa come l’idraulica o l’elettronica per forzare letteralmente la sospensione a muoversi in modo controllato dal conducente.

Porta: una porta viene utilizzata per contrassegnare un ostacolo all’interno di un percorso e / o guidare il veicolo attraverso il percorso. Una porta è composta da 2 indicatori che distano non meno di 304,8 mm dal bordo interno di un indicatore al bordo interno dell’indicatore opposto. La porta è l’intera area tra i 2 indicatori determinata dalla dimensione degli indicatori e dalla distanza tra
loro. Ogni porta ha una direzione di marcia prevista. Questa direzione sarà contrassegnata, spiegata o implicita dai tracciatori del percorso. Per tutte le porte gli indicatori sono “attivi” finché non vengono toccati.

Recupero legale in caso di ribaltamento: il veicolo deve essere completamente fermo (potrebbe non esserlo), senza nessun input dal trasmettitore durante il ripristino del rollover. Il veicolo deve essere girato dal lato conducente o passeggero tenendolo per il telaio o la carrozzeria (non pneumatici, ruote o assi). Il pilota può tentare di far rotolare il veicolo solo in una direzione. In nessun momento durante il recupero il veicolo può scivolare in qualsiasi direzione o perdere il contatto con il terreno. Una volta che il veicolo è raddrizzato, deve essere in grado di mantenere la sua posizione abbastanza a lungo perché il giudice valuti che sia stabile e rimanga all’interno dei limiti di percorso. A questo punto il percorso può essere continuato. Se qualcuno di questi criteri di cui sopra non sono soddisfatti, verrà data una penalità di Riposizionamento (10 punti, vedere la regola 7.4) invece di un Roll Over (5 punti).

Posizione di ribaltamento: un veicolo è considerato in posizione di ribaltamento quando entrambe le ruote sullo stesso lato del veicolo si trovano su un piano verticale di 90 gradi dal livello orizzontale (NON la superficie del percorso)

Larghezza della carreggiata del veicolo: viene misurata dai bordi più esterni dei pneumatici. Interasse: è misurato dal centro del dado dell’asse anteriore al centro del dado dell’asse posteriore. Il il veicolo deve essere appoggiato su una superficie piana dal conducente. La ruota anteriore sul lato da controllare deve essere rivolta in avanti. Il pilota quindi farà scorrere la sospensione attraverso la sua estensione completa e gamma di compressione mentre il giudice misura l’interasse massimo del veicolo. In qualsiasi punto il passo del veicolo non può estendersi oltre il limite massimo di quello consentito per la classe. Tutte le procedure di cui sopra devono essere duplicate sul lato opposto. Nota:
Tutti i veicoli devono essere dotati delle stesse condizioni di funzionamento e configurati come in gara sul percorso. Se il passo del veicolo è influenzato dal radiocomando deve essere o attivato durante l’ispezione tecnica.

12. Sportività

12.1 Sportività: è richiesta una buona sportività. Se un concorrente o un membro di una squadra (inclusi ma non limitati agli osservatori) promuove una condotta antisportiva, loro e / o i membri della loro squadra possono essere penalizzati sulla decisione di un Marshal. La condotta antisportiva include ma non si limita a maleducato o ad azioni aggressive nei confronti di funzionari o altre squadre o spettatori, distruttive delle proprietà, comportamento ubriaco o irrispettoso, uso eccessivo parolacce o calci / lancio del controller o del rig. Il / i trasgressore / i e / o i membri della loro squadra possono essere penalizzati in seguito alla decisione di un Marshal . Una condotta antisportiva può comportare un 50 (DNS) per la manche e /o squalifica dalla competizione.

12.2 Niente alcol o droghe: non sono ammessi sul percorso durante la competizione. Ai concorrenti ubriachi sarà chiesto di lasciare l’area di gara, sulla decisione di un Marshal. Se sono necessarie ulteriori azioni per rimuovere un persona intossicata dal percorso, squalifica o espulsione dall’evento possono essere inflitte a discrezione del capo Marshal o dagli organizzatori di eventi.

13. Licenza e copyright

13.1 ©2020-2022 IRCCF Licensing Ltd. Tutti i diritti riservati. Il copyright e la licenza i diritti di queste regole di competizione sono di proprietà di IRCCF Licensing Ltd. Qualsiasi persona che agisce per conto di IRCCF Licensing Ltd. ha il diritto di copiare, stampare e distribuire queste regole di competizione, fatte salve le seguenti condizioni:

– I contenuti di questo documento sono solo a scopo informativo, il loro uso per scopi commerciali è vietato e comporterà conseguenze legali.

– Qualsiasi copia, in tutto o in parte, di questo documento deve includere questo avviso di copyright.

13.2 L’ISRCC International Scale Rock Crawler Championship™ e nomi correlati, i marchi, i contenuti e il contenuto del sito web https://isrcc.eu sono in licenza, copyright e proprietà intellettuale di IRCCF Licensing Ltd.

13.3 Queste proprietà possono essere distribuite o sfruttate solo con la scritta permesso del titolare dei diritti e il loro utilizzo non autorizzato determinerà conseguenze legali.

1 gennaio 2022